Corporate

26 novembre 2018

Famiglia: un acronimo che spiega cosa rappresenta Polti

Famiglia: un acronimo che spiega cosa rappresenta Polti

Miram Lucini, Executive Assistant, spiega con l'acronimo di famiglia cosa rappresenta l'azienda Polti, dove lavora da 31 anni.

 

Lavoro in Polti da quasi 31 anni e ricopro il ruolo di assistente alla Direzione, una posizione che mi ha permesso di spaziare in diversi ambiti e competenze e mi ha dato la possibilità di crescere professionalmente e umanamente.

Quando sono arrivata in Polti ero una giovane neodiplomata, con poca esperienza, l’ambiente era esigente, in veloce evoluzione, ma anche ricco di rapporti interpersonali gratificanti, con un clima “famigliare” mi sento di dire. All’inizio della mia carriera eravamo un po’ meno di oggi, ma l’approccio, lo spirito di collaborazione e lo spiccato senso di appartenenza all’azienda non sono cambiati; nel corso degli anni mi sono sempre sentita parte di un gruppo che ha raggiunto traguardi importanti e ne deve raggiungere ancora tanti altri e sono orgogliosa di aver contribuito alla realizzazione di una storia di successo. Avere la consapevolezza che le azioni dei singoli possono fare la differenza, credo sia una delle chiavi di successo di una realtà imprenditoriale. In azienda come in famiglia, i piccoli e grandi ostacoli si affrontano e si superano se si collabora e si è coesi, per questo la parola, anzi l’acronimo della parola Famiglia è ciò che rappresenta per me Polti.

Forza è un elemento imprescindibile, ci vuole forza nell’affrontare sia le difficoltà dei momenti difficili sia i momenti positivi. Quella di Polti è sicuramente una storia di successo, raggiunta grazie anche alla forza di volontà di tutti coloro che hanno creduto e credono in questa azienda e che hanno interpretato gli ostacoli e le sconfitte come stimoli a fare meglio.

Attenzione alle esigenze di coloro con cui ci si confronta, un cliente, un partner, un collega. Uno dei punti di forza di Polti è quello di prestare attenzione alle esigenze del singolo.

Motivazione che ognuno deve ricercare in sé stesso, nell’ambiente lavorativo, nei colleghi e nei responsabili, per sostenere ogni nuovo progetto e ogni nuova sfida; è la spinta che aiuta a non fermarsi.

Innovazione che fa parte del DNA di Polti e dei suoi prodotti, prima Vaporella, poi Vaporetto e oggi Moppy. Ricordo all’inizio della mia esperienza in Polti l’”incontro” con Vaporetto, una vera e propria rivoluzione che mi ha affascinata e convinta fin da subito.

Gioia perché lavorare non è solo dovere e obbligo, ma anche gioia di partecipare, condividere e di sentirsi parte di un team.

Lavoro nell’accezione più nobile e corretta del termine: è un modo per sviluppare le proprie capacità, per migliorarsi e consolidare i propri punti di forza.

Immaginazione che apre la mente, permette di vedere in anticipo, di proiettarsi in avanti e aiuta nella definizione di metodi alternativi a procedere.

Amore perché in ogni azione c’è sempre un pizzico di amore, nel lavoro come in ogni altro campo. Se non ci fosse amore per se stessi, per chi ci circonda per quello che si fa, non esisterebbe nemmeno la felicità nel raggiungimento di qualsiasi obiettivo.

 

Tra le 40 parole del logo dell’anniversario, Polti per me è…

Non può che essere famiglia la parola che associo a Polti, racconta la mia storia personale in azienda e rappresenta il valore più importante della mia vita privata. La famiglia Polti e la mia famiglia hanno molto in comune, in entrambe le realtà la coesione, la condivisione, la collaborazione, il senso di difesa e protezione sono elementi essenziali per la crescita e lo sviluppo di un gruppo solido.

I servizi di Polti