Pulizia pavimenti delicati: come lavare il parquet

La pulizia del legno ti spaventa? Qualche consiglio utile su come lavare il parquet

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Pulizia pavimenti delicati: come lavare il parquet

Il parquet: uno dei pavimenti più scelti dagli italiani per la loro casa, ma anche uno dei più delicati. Elegante, regala un’atmosfera calda e accogliente, oltre ad avere lunga vita se trattato al meglio. Spesso è proprio la sua delicatezza che, in termini di pulizia e manutenzione, spaventa, ma in realtà basta poco per capire come lavare il parquet e garantire la sua longevità.

Il pavimento in legno è un materiale molto delicato e può subire numerosi trattamenti, oltre a essere di varie tipologie. Inoltre può risultare complicato da mantenere perché può subire trasformazioni nel corso del tempo: l’esposizione alla luce e all’aria e l’umidità potrebbero causare cambiamento di colore o rigonfiamento nel corso del tempo.

È importante fare attenzione al tipo di parquet da trattare ed essere prudenti, ma sicuramente pulire il legno con prodotti naturali non può danneggiarlo. Questo significa evitare prodotti abrasivi, alcool, solventi e prodotti chimici aggressivi che possono rovinare il parquet: il legno è vivo e, come è noto, respirare sostanze chimiche non è affatto positivo. Il pavimento in legno non ama i liquidi, quindi anche l’acqua, versata direttamente sulla superficie in grandi quantità, può essere un danno.

 

Esistono diversi metodi naturali per la pulizia del legno.

Prestando sempre attenzione al tipo di superficie da trattare, è possibile utilizzare una soluzione di succo di limone e olio di oliva: mentre il primo è un ottimo detergente e sgrassante naturale, l’olio nutre il parquet rendendolo lucente. Se usato puro, l’olio di oliva sul parquet è utile anche per nascondere i graffi: ne bastano poche gocce su un panno morbido e la superficie risulterà subito brillante.

Una soluzione naturale alternativa è l’utilizzo del vapore che elimina sporco e germi senza detergenti aggressivi; per un’azione delicata, adatta anche ai pavimenti in legno, è sufficiente evitare il getto diretto sulla superficie usando un panno in microfibra che la protegge e trattiene l’umidità in eccesso.

 

Capire come lavare il parquet con le dovute accortezze è semplice.

Il primo passo necessario per una perfetta pulizia è togliere polvere, capelli e pelucchi dalla superficie con un semplice panno elettrostatico, applicato, se il modello lo consente, alla lavapavimenti a vapore.

Una volta eliminata la polvere, l’ideale è vaporizzare il panno della scopa a vapore senza fili e passarlo sul parquet. In questo modo, il panno caldo in microfibra scioglie lo sporco e lo cattura, igienizzando al meglio la superficie, ma senza danneggiarla. Se hai dei dubbi sull’utilizzo della scopa a vapore sul parquet, basta scegliere quella giusta che non consenta al vapore di entrare direttamente in contatto con la superficie.

Anche la scelta del panno è fondamentale. Utilizzare un apposito panno per le superfici delicate può influire sulla salvaguardia del legno, oltre a garantire risultati di pulizia ottimali.

 

Oltre alla pulizia quotidiana, il pavimento in legno necessita di particolare cura e attenzione per mantenerlo bello nel tempo.

Per evitare di rovinarlo è utile prendere in considerazione alcuni accorgimenti. Oltre a evitare di gettare acqua e liquidi direttamente sul pavimento e di utilizzare sostanze chimiche aggressive, occorre avere l’accortezza di non coprire il legno con pesanti tappeti per un lungo periodo di tempo, utilizzare feltrini sotto sedie o tavolini per proteggerlo dai graffi e preferire l’uso di pantofole o pattine, evitando di camminarci sopra con tacchi o scarpe di qualsiasi genere.

 

Dunque, se anche tu hai scelto l’eleganza del parquet per la tua casa, al bando troppa acqua e prodotti chimici.

I servizi di Polti

  Loading...