Come recuperare spazio in casa? Ecco le soluzioni

Fare decluttering per una casa all’insegna dell’ordine: scopri come recuperare spazio in casa

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Come recuperare spazio in casa? Ecco le soluzioni

È il momento giusto per fare decluttering

È sempre il momento giusto per attuare quella pratica che viene definita “declutter”: liberarsi degli oggetti vecchi e inutili che ingombrano. Questo permette non solo di fare spazio in casa, ma anche di guadagnare tempo, quel tempo sprecato a cercare ciò che non si trova. Recuperare spazio in casa, eliminando gli oggetti superflui e gli utensili che non si usano più può essere piuttosto faticoso. Infatti, richiede molto tempo, oltre che voglia e impegno. 

Spesso diventa necessario riordinare la propria abitazione, eliminando gli eccessi. Innanzitutto per avere una casa più ordinata: in questo modo non si perderanno le cose più importanti e soprattutto ogni oggetto avrà il proprio posto. Un altro vantaggio è che dopo aver creato spazio ci si sente molto meglio e affiora il buonumore: un ambiente ordinato e pulito genera benessere, al contrario un ambiente disordinato e caotico crea svogliatezza e malessere.

Basta iniziare e superare il “non si sa mai” o il “mi sono affezionato”.

 

Come recuperare spazio in casa: ecco qualche aiuto

1. Eliminare i flaconi dei detergenti

Innanzitutto, tra i buoni propositi per l’anno nuovo non può mancare il rispetto dell’ambiente. Se ti stai chiedendo come recuperare spazio in casa e rispettare l'ambiente allo stesso tempo, prova ad aprire il ripostiglio e contare i flaconi di detergenti o gli attrezzi per la pulizia! 

Puoi affidarti a pochi e semplici ingredienti per pulire la casa in modo ecologico oppure puoi scegliere uno dei moderni pulitori a vapore per igienizzare in modo naturale con la pulizia a vapore. Alla giusta temperatura e con la giusta pressione, il vapore è in grado di rimuovere e dissolvere lo sporco, eliminare batteri, germi e acari con risultati duraturi senza lasciare pericolosi residui nell'ambiente domestico.

Quindi, eliminare i detergenti chimici è il primo modo per rispettare non solo l’ambiente, ma anche la salute.

 

2. Riorganizzare i prodotti di bellezza

Restando in tema di flaconi e barattoli che si accumulano, un altro punto critico per l'organizzazione della casa sono i cosmetici. Non tutti lo sanno, ma anche i prodotti di bellezza hanno una scadenza, generalmente indicata a partire dalla data di apertura. Perciò, se la scorsa estate non hai saputo resistere alla tentazione di provare quella crema profumatissima che ora riposa sul fondo del cassetto... è giunto il momento di dirle addio!

 

3. Liberarsi dei vecchi abiti

Se non te ne sei occupato durante il cambio di stagione, ecco come fare spazio in casa: riordinare il guardaroba eliminando i vecchi abiti inutilizzati o sformati. Una buona regola prevede di utilizzare tre scatole per dividere ciò che deve essere necessariamente buttato da ciò che può essere riciclato o donato.

In questo modo i tuoi capi saranno più organizzati e meno spiegazzati una volta tolti dall'armadio. Per rimediare a quest'ultimo inconveniente puoi anche decidere di affidarti a una stiratrice verticale di nuova generazione per eliminare le piccole pieghe o più semplicemente per rinfrescare i tessuti prima di indossarli.

 

4. Riordinare i giocattoli dei bambini

Coloro che sono circondati da bambini, sono certamente colmi anche di giocattoli che man mano aumentano. Per mantenere l’ordine è necessario riorganizzare gli ambienti dei più piccoli, selezionando i giocattoli che non usano più o che non sono più adatti alla loro età. In questo caso è preferibile tenere da parte ciò che può essere donato ai cuginetti più piccoli oppure ad enti e associazioni che aiutano i bambini meno fortunati.

Se tra i giocattoli ci sono anche degli animali di peluche, cogliete l'occasione per igienizzarli con un lavaggio delicato in lavatrice, oppure vaporizzandoli con un pulitore a vapore per eliminare germi, batteri e acari della polvere.

Per evitare che si ripresenti la necessità di fare lo stesso lavoro nei mesi successivi, applica la regola dei 6 mesi: se quell’oggetto non è stato utilizzato negli ultimi 6 mesi si può buttare!

Prodotti correlati

I servizi di Polti

  Loading...