Guida minima per un perfetto utilizzo della lavapavimenti a vapore

Igiene e pulito in tutta la casa con la potenza della lavapavimenti a vapore. Ecco i nostri consigli

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Guida minima per un perfetto utilizzo della lavapavimenti a vapore

Con una lavapavimenti a vapore puoi dire finalmente basta a secchio e spazzolone per lavare i pavimenti, ma anche a germi e batteri. La pulizia a vapore, infatti, garantisce igiene e pulito profondi, senza bisogno di usare detersivi o prodotti chimici: grazie al solo potere igienizzante del vapore è possibile rimuovere fino al 99,9% di germi e batteri.

Il pulitore a vapore per pavimenti rappresenta una soluzione pratica ed efficace contro ogni tipo di sporco sulle superfici lavabili della tua casa. Come? Scoprilo con questa nostra piccola guida al perfetto utilizzo della lavapavimenti a vapore.

Lavapavimenti a vapore: come funziona?

Se quando si parla di pulizia a vapore pensi a enormi e ingombranti strumenti e accessori, forse ancora non conosci le lavapavimenti a vapore di nuova generazione.

Nato come una naturale evoluzione della scopa a vapore o dello spazzolone tradizionale, questo piccolo gioiellino di elettrodomestico sfrutta il naturale potere igienizzante del vapore per pulire a fondo tutte le superfici lavabili della casa.
Come funziona? Basta riempire il serbatoio con acqua del rubinetto, applicare un panno in microfibra sullo spazzolone: dopo circa 10 secondi la lavapavimenti è pronta per essere usata.

Il panno caldo intriso di vapore è in grado di rimuovere e trattenere lo sporco più ostinato (comprese le macchie di grasso e unto), eliminando germi e batteri. Le migliori lavapavimenti a vapore in commercio al momento sono quelle senza filo (cordless), con spazzola snodata e ultraleggera per raggiungere facilmente anche i punti più difficili. Il tutto senza l’uso di detersivi e senza l’ingombro del pulitore a vapore a traino.

Consigli per la pulizia con il lavapavimenti a vapore

Per una perfetta pulizia con la lavapavimenti a vapore è sufficiente seguire solo alcuni piccoli accorgimenti che ti consentiranno di beneficiare appieno di tutti i vantaggi di questo innovativo sistema.

La prima cosa da fare è assicurarti di aver rimosso tutta la polvere dai pavimenti o dalle superfici da lavare con il vapore: la polvere, una volta a contatto con il vapore del panno, tende a fissarsi sulle superfici, rendendo più difficile la pulizia. Per ottenere un migliore risultato, ti consigliamo di utilizzare precedentemente l’aspirapolvere o un panno elettrostatico cattura polvere, proprio come faresti prima di usare il tradizionale secchio lavapavimenti o mocio.

Un altro consiglio utile per risultati impeccabili è quello di cambiare spesso e lavare in lavatrice il panno in microfibra prima di riutilizzarlo. Infine, ricordati sempre di seguire tutte le indicazioni del produttore, rispettando le istruzioni in merito alla quantità di acqua e al tipo di panno in microfibra da utilizzare.

Gli errori più comuni da evitare con la pulizia a vapore

Con un buon modello di lavapavimenti a vapore puoi pulire e igienizzare da cima a fondo tutta la casa, sfruttando solo il potere del vapore. Uno dei vantaggi del pulitore a vapore senza fili consiste proprio nell’essere adatto a tutti i tipi di pavimento (gres, piastrelle, marmo, parquet), ma anche a tantissime altre superfici lavabili della casa, perfino verticali: pareti piastrellate, porte, ante di armadi, etc...

Tuttavia esistono delle eccezioni. Uno degli errori da evitare è quello di utilizzare il vapore su superfici non lavabili, oppure su cera o legno non trattato che, con il calore, rischiano di danneggiarsi.

I servizi di Polti

  Loading...