Migliore scopa elettrica: come sceglierla e come si usa

Scopri qual è la migliore scopa elettrica in base alle tue esigenze

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Migliore scopa elettrica: come sceglierla e come si usa

Come è ormai noto, la scopa elettrica sta diventando sempre più fondamentale per la pulizia quotidiana della casa. Dalla forma simile alla scopa tradizionale, aspira come un classico aspirapolvere a traino, rispetto al quale però è molto più pratica e leggera, quindi più comoda da utilizzare per pulire casa ogni giorno. Ma qual è la migliore scopa elettrica in commercio?

In realtà non si può definire una migliore scopa elettrica. Questo perché esiste una grande varietà di modelli di questo strumento di pulizia e prima di individuare la migliore sarebbe bene analizzare quali siano le proprie esigenze: solo così è possibile individuare la scopa elettrica più adatta.

 

Essendo uno strumento utile per le pulizie veloci, la scopa elettrica deve essere leggera, dunque non più pesante di 3kg: sarà meno faticoso spostarla da una stanza all’altra o addirittura da un piano all’altro. Un altro aspetto che rende molto pratica la scopa elettrica è il manico pieghevole che permette di raggiungere anche lo sporco nascosto sotto i mobili, sotto il letto o sopra le mensole; in alternativa si può optare per i cosiddetti modelli “slim” per ottenere la stessa praticità. Per una pulizia perfetta esistono modelli dotati di luci LED sulla spazzola: polvere e acari non hanno più scampo. Un’altra caratteristica da valutare è la posizione di parcheggio verticale: non è più necessario appoggiare l’elettrodomestico al muro in quanto è in grado di restare in piedi da sola.

La praticità di una scopa elettrica è dettata anche dall’assenza del filo. Nonostante una scopa elettrica a batteria abbia alcuni svantaggi, resta di gran lunga più semplice da maneggiare. Scegliendo una scopa elettrica senza fili, tuttavia, si rimane limitati dalla durata della batteria: una volta scaricata, non è più possibile continuare a utilizzarla, se non dopo una nuova ricarica. Inoltre l’autonomia della batteria potrebbe essere limitata e, se è necessario l’utilizzo di molta potenza, essa può esaurirsi più velocemente. Ad ogni modo, la comodità di non avere l’ingombro del cavo supera questi disagi: si è liberi di muoversi liberamente anche in spazi ampi, senza dipendere dalla presa di corrente.

I nuovi modelli di scopa elettrica si differenziano anche per l’assenza del sacchetto usa e getta. Mentre in precedenza lo sporco veniva raccolto in sacchetti che una volta pieni venivano sostituiti, nei nuovi modelli di scopa si tende ad eliminare questa caratteristica. Infatti, la maggior parte è caratterizzata da un secchio di raccolta incorporato nell’apparecchio: anche in questo caso, una volta pieno deve essere svuotato per garantire l’efficienza dell’elettrodomestico: un aspetto importante per contribuire a ridurre i rifiuti.

Anche considerare i filtri di cui è dotato il modello di scopa elettrica può contribuire a determinare la scelta. Solitamente le scope elettriche hanno due livelli di filtrazione, ai quali se ne aggiunge un terzo nei modelli più avanzati: il filtro Hepa che garantisce un’aria più pulita. Questo perché è in grado di intrappolare anche le particelle di sporco più piccole, evitando che vengano rimesse in circolo nell’aria.

Come in tutti gli elettrodomestici, anche per scegliere la migliore scopa elettrica in base alle proprie esigenze è bene considerare la dotazione di accessori: dalla varietà di spazzole ai tubi di prolunga per raggiungere punti più difficili. Inoltre, la trasformazione della scopa elettrica in aspirabriciole portatile potrebbe influire sulla scelta d’acquisto.

Ad ogni modo è bene ricordare che la scopa elettrica può sostituire la scopa tradizionale nelle pulizie quotidiane e veloci, con il vantaggio di raccogliere tutto lo sporco, senza il rischio che esso torni sul pavimento, oltre alla possibilità di aspirare anche sui tessili di casa. Con una modalità d’uso semplice e veloce, è sufficiente azionarla e, se il modello lo consente, scegliere la potenza di aspirazione in base alla superficie o al tessuto da aspirare.

Qualsiasi tipo di scopa elettrica venga scelta è bene ricordarsi di eseguire la manutenzione periodica: la pulizia aspirapolvere è sempre essenziale per mantenere il corretto funzionamento.

I servizi di Polti

  Loading...