Il programma definitivo per le pulizie di primavera e 3 parole d’ordine con cui affrontarle

Cosa pulire durante le pulizie di primavera? I nostri consigli.

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Il programma definitivo per le pulizie di primavera e 3 parole d’ordine con cui affrontarle

Le giornate si allungano, il profumo degli alberi in fiore ci circonda, il sole inizia a farsi sentire, giubbotti e maglioni diventano un lontano ricordo. In attesa di gite fuori porta, di letture e sport all’aria aperta, costretti a restare tra le mura domestiche, è il periodo giusto per  dedicarsi alla cura di sé stessi e della propria casa, igienizzandola al meglio. Nonostante le pulizie di primavera siano pulizie straordinarie, profonde e talvolta faticose, non spaventano se la prima parola d’ordine è organizzazione. Questo vale anche per le case più grandi: sarà sufficiente stabilire un programma in cui inserire tutte le attività da svolgere, divise in più giornate o weekend. Assegnarsi piccoli compiti alla volta permetterà di non stancarsi troppo fisicamente e di poter alternare le pulizie di casa ad attività di svago.

I metodi per organizzare le pulizie di primavera sono molteplici. Si può decidere di dividere i compiti in base alle stanze, in base alle priorità oppure in base alla mansione. Qualunque sia la scelta la seconda parola d’ordine è pulizie ecologiche. Dimentica detergenti e prodotti chimici: esistono soluzioni naturali efficaci che evitano l’inquinamento dell’ambiente e dell’aria in casa, riducono gli sprechi e sono più economiche. Tra queste, la pulizia a vapore, terza parola d’ordine, è un’ottima alleata. Zero impatto sull’ambiente: il vapore non inquina fiumi, mari, aria e non ha bisogno di contenitori di plastica. Zero spreco: 1 litro d’acqua produce circa 1000 litri di vapore. Risparmio: eccetto l’investimento iniziale per l’acquisto di un pulitore a vapore, di cui esistono modelli per tutte le tasche, non ci sono ulteriori e frequenti spese da sostenere per comprare confezioni di detergenti nuovi.

Un aspirapolvere a vapore è un aiuto prezioso per le pulizie di primavera perché oltre a rimuovere lo sporco garantisce un’igienizzazione profonda e completa.

Da cosa iniziare? Semplice, abbiamo preparato per te il programma definitivo per le pulizie di primavera. Vediamo insieme su cosa porre l’attenzione stanza per stanza.

Pulizie di primavera: cosa pulire in cucina

PULIZIE PROFONDE IN CUCINA

La cucina è una delle stanze che si sporca più velocemente e più facilmente tra avanzi di cibo, cattivi odori o mentre si cucina; non basta quindi pulirla ogni tanto: è necessaria una pulizia quotidiana accompagnata da una saltuaria pulizia approfondita. Come pulire la cucina in modo accurato? Due o tre volte all’anno è importante dedicare del tempo a ciò che non può essere oggetto di pulizia quotidianamente.

  • Pulire il frigorifero: avere un frigo ordinato garantisce non solo di evitare cattivi odori, ma anche di tenere sotto controllo eventuali scadenze evitando così sprechi di cibo. Svuotalo completamente, armati di un aspirapolvere multiciclonico a vapore e di un panno in microfibra. Prima di metterti al lavoro stacca la spina. Aspira prima i residui di briciole o di frutta e verdura; vaporizza l’interno del frigo e asciuga con il panno in microfibra. Cassetti e ripiani puoi sciacquarli sotto l’acqua, asciugarli e riporli. Riempilo poi disponendo i cibi in base alla temperatura dei vari scomparti e facendo attenzione alle scadenze.
  • Rimuovere tutto dal piano di lavoro e pulire accuratamente dentro e sopra gli armadietti: anche in questo caso dovrai rimuovere tutto il contenuto dagli armadietti, buttare ciò che avevi dimenticato e che nel frattempo è scaduto e igienizzare con la forza naturale del vapore. Un pulitore a vapore portatile, leggero e compatto è un ottimo alleato con il quale raggiungere i punti più difficili e concentrare il vapore laddove necessario per rimuovere le incrostazioni.
  • Pulire il forno: i prodotti chimici in questo caso sono da abolire tassativamente se non vuoi ingerire sostanze nocive con il cibo cotto lì dentro. Se si tratta di un forno a microonde inserisci una ciotola con acqua e aceto e accendilo per 5 minuti alla massima temperatura. Lo sporco residuo si scioglierà e potrai rimuoverlo con un panno in microfibra.
  • Pulire la lavastoviglie: il fatto che sia sempre piena di acqua non significa che sia sempre pulita. Proprio perché al suo interno vengono quotidianamente lavati piatti, bicchieri, posate, pentole, contenitori ecc deve essere perfettamente igienizzata. Anche in questo caso la pulizia a vapore è un valido aiuto per rimuovere i residui di cibo e pulire al meglio il filtro.
  • Pulire il piano cottura: questa operazione è bene farla quotidianamente per evitare quelle noiose incrostazioni che, indurendosi, diventano difficili da togliere. Se i vari impegni quotidiani e i tempi ristretti non consentono di farlo ogni giorno, lo sporco diventa difficile da rimuovere; anche in questo caso torna utile un pulitore a vapore portatile che, con l’apposito accessorio, concentra il vapore sulle incrostazioni, sciogliendole.
  • Svuotare, pulire e riorganizzare l’area per la raccolta differenziata: in questo caso è bene sciacquare i contenitori di raccolta sotto l’acqua corrente almeno 1 volta alla settimana così da evitare cattivi odori. Fare asciugare i contenitori e riporli nella sequenza abitudinaria per non rischiare di mischiare i rifiuti. Durante le pulizie di primavera igienizzare il contenitore dell’umido e degli altri rifiuti con il vapore per rimuovere fino al 99,99% dei germi.
  • Pulire la cappa: non ci si pensa mai, ma un’altra parte della cucina facilmente sporcabile è la cappa. Alcuni modelli consentono di smontare i filtri antigrasso della cappa, che possono essere lavati in lavastoviglie, mentre l’esterno deve essere pulito con un panno in microfibra di buona qualità, facendo attenzione a rimuovere lo sporco anche dagli angoli e nelle parti nascoste; per pulire una cappa in acciaio senza lasciare aloni, consigliamo di utilizzare un panno lucidante.

Pulizie di primavera: cosa pulire in soggiorno

RINFRESCARE IL SOGGIORNO

Il solo pensiero del salotto infonde relax, soprattutto dopo una giornata pesante o dopo una giornata di… faticose pulizie. Il soggiorno è una delle stanze maggiormente frequentate, soprattutto dagli ospiti. Vediamo dove avere un occhio di riguardo durante le pulizie di primavera.

  • Igienizzare i cuscini e i rivestimenti di divani e poltrone: in caso di divano sfoderabile, puoi lavare direttamente in lavatrice le varie parti. Eccetto per quelli in pelle, anche in questo caso il vapore è un ottimo alleato, non solo per igienizzare, ma anche per rinfrescare i cuscini e ridare vita al tuo divano, dopo le lunghe serata invernali in cui ti ha supportato.
  • Igienizzare i tappeti: i tappeti accumulano una grande quantità di polvere e acari. Soprattutto in presenza di soggetti allergici, l’aspirazione dei tappeti deve essere tra le attività quotidiane. Il vapore è un valido aiuto per neutralizzare gli acari della polvere; con una scopa a vapore aspirante questo lavoro diventa semplice e veloce: il vapore elimina acari, allergeni, germi e batteri, l’aspirazione garantisce una rapida asciugatura.
  • Pulire la tv e spolverare le superfici: sembrerà banale ma anche sulla televisione può accumularsi polvere. Passare un panno in microfibra sullo schermo della tv così come sulle superfici quali mobili e librerie. Questo è un buon momento per spostare i mobili e aspirare polvere e ragnatele accumulate dietro oltre a quelle sui muri. Evita di arrampicarti su sgabelli, scale e sedie: procurati una scopa elettrica senza fili dotata di una lancia per raggiungere anche i punti più stretti e difficili.

Pulire vetri, rinfrescare le tende senza dimenticare le tapparelle: la pulizia dei vetri richiede tempo e spesso fatica e anche il lavaggio delle tende non è una passeggiata nonostante ormai ci pensi la lavatrice. Hai mai pensato di utilizzare la pulizia a vapore anche in questo caso? Il vapore elimina la patina dai vetri e non lascia aloni; rinfresca e ravviva le tende, eliminando i cattivi odori; è ideale per la pulizia di tapparelle perché raggiunge ogni fessura, rimuovendo lo sporco accumulato con piogge e vento durante il periodo autunnale e invernale.

Pulizie di primavera: cosa pulire in bagno

IGIENIZZARE IL BAGNO

Un bagno sempre splendente e profumato è una delle soddisfazioni maggiori per chi ama prendersi cura della propria casa. Ricorda sempre di utilizzare spugne e panni dedicati esclusivamente al bagno, magari di colori diversi così da differenziarli da quelli usati per le altre stanze della casa.

  • Pulire doccia, vasca da bagno e sanitari: quando si pensa a come pulire il bagno, in particolare il wc, la prima cosa che viene in mente è la candeggina, dal potere sbiancante. Fermati! I rischi per la salute e per le vie respiratorie sono notevoli, senza pensare alle reazioni allergiche che può creare. Il vapore aiuta anche a ottenere sanitari splendenti e igienizzati: elimina macchie, funghi, germi e batteri e scioglie lo sporco. Non solo all’interno: wc, vasca e doccia devono essere puliti anche all’esterno. Oltre al vapore, un altro metodo naturale per la pulizia della doccia è l’aceto, diluito nell’acqua è ottimo per i vetri e per eliminare il calcare. Con un aspiragocce cordless ricaricabile macchie e aloni non saranno più un problema.
  • Pulire il lavandino e i ripiani: nonostante passare un panno sul lavabo debba essere un’attività quotidiana, un pulitore a vapore portatile può essere d’aiuto per eliminare le incrostazioni di calcare che si creano intorno alla rubinetteria. Non dimenticare di vaporizzare il contenitore degli spazzolini, dove proliferano una grande quantità di germi e batteri. Togli tutto da armadietti e ripiani, controlla creme e prodotti per la cura della pelle ed elimina quelli di troppo; vaporizza il panno da utilizzare per la pulizia delle mensole, in questo modo la rimozione di sporco e polvere è più efficace.
  • Pulire le fughe delle piastrelle e i termoarredi: sei convinto che le tue piastrelle siano pulite? Potrebbe essere vero all’apparenza, ma hai anche controllato bene tra le fughe? È proprio lì che si nasconde lo sporco e a volte persino la muffa che può essere causa di infezioni, difficoltà respiratorie e allergie. Questi sintomi possono essere la conseguenza anche dell’uso di sostanze chimiche. Questo può essere evitato: il vapore scioglie lo sporco ed elimina i germi e i batteri che si sono rintanati proprio tra le fughe delle piastrelle. Il vapore mirato grazie a un pulitore a vapore portatile e ai suoi accessori può essere un ottimo alleato anche per eliminare lo sporco accumulato sui termoarredi.

Pulizie di primavera: cosa pulire nella camera da letto

RIGENERARE LA CAMERA DA LETTO

La propria stanza è un luogo prezioso e totalmente privato: un motivo in più per prendersene cura con attenzione. Dormire in un ambiente sano e privo di polvere e in un materasso libero da acari e allergeni garantisce un riposo migliore. Ma non vorrai dormire respirando le sostanze chimiche che hai utilizzato durante la pulizia?! Anche in questo caso la pulizia a vapore corre in aiuto.

  • Igienizzare il materasso: sebbene il cambio delle lenzuola richieda una frequenza settimanale, la pulizia del materasso può essere svolta ogni tanto, eccetto in presenza di soggetti allergici, caso in cui deve essere svolta più frequentemente. Anche se non li vediamo, il materasso ospita acari, allergeni, muffa e macchie causati da sudore, sangue, cosmetici ecc. Per evitare questo è importante tenerlo sempre igienizzato con l’utilizzo di un pulitore a vapore con aspirazione che non solo igienizza con il vapore, ma aspira contemporaneamente, così da garantire un’asciugatura rapida.
  • Riorganizzare l’armadio: le pulizie di primavera sono un ottimo momento per rinfrescare l’armadio, conservare maglioni di lana e piumini e sfoggiare i propri abiti leggeri. Prima di procedere al cambio armadio è necessario però eliminare la polvere che nel tempo si è accumulata: una scopa elettrica senza fili con funzione integrata di aspiratore portatile è utile. Seleziona poi gli abiti che indosserai durante la bella stagione e accantona quelli che non userai più, così da regalarli. Ma prima di sistemare i vestiti che hai scelto di tenere, rinfrescali con una stiratrice a vapore verticale.
  • Spolverare le superfici: anche il comodino e i mobili della camera da letto necessitano di pulizia: ricordati di spolverarli anche durante le pulizie di primavera.

Pulizie di primavera: cosa pulire in lavanderia

UN OCCHIO ANCHE ALLA LAVANDERIA

Non tutti hanno la fortuna di avere un locale dedicato al lavaggio e alla stiratura dei capi. Ovviamente se c’è, non bisogna dimenticarlo durante le pulizie. Quindi:

  • Spolvera i ripiani, eliminando gli oggetti inutili.
  • Svuota pensili e armadietti: puliscili, elimina il superfluo e riorganizzali.
  • Sposta la lavatrice: non dimenticarti che anche dietro i nostri elettrodomestici fissi si annida la polvere. Approfitta della tua scopa elettrica senza fili per far risplendere anche i posti nascosti.
  • Lavatrice: non ci si pensa mai, ma il fatto che lavi e che all’interno circoli parecchia acqua non significa che la lavatrice sia pulita. Anzi, proprio perché ormai è uno strumento indispensabile per la pulizia dei nostri abiti, bisogna avere un occhio di riguardo. Hai mai pensato di pulire la lavatrice con il vapore? Un pulitore a vapore portatile è lo strumento giusto per igienizzarla perfettamente in tutti i suoi angoli. Estrai la vaschetta dei detersivi e, con il vapore sciogli i vestiti di detergente rimasti. Passa poi all’oblò: sarà sufficiente vaporizzare all’interno e l’igienizzazione è garantita anche tra le guarnizioni. Non dimenticarti infine dei filtri: devono essere controllati e puliti almeno una volta all’anno per garantire l’efficacia totale dell’elettrodomestico.

Pulizie di primavera: cosa pulire in garage

ORGANIZZAZIONE SCANTINATO E GARAGE

Quante volte è capitato di non sapere dove mettere qualcosa e la risposta è sempre stata una “per il momento lo metto in garage”? Ma garage non è sinonimo di accumulo. Per non creare confusione è importante sapere perfettamente quali oggetti sono conservati in garage ed è conservare solamente ciò che potrebbe tornare utile. Non avere paura di buttare gli oggetti che non servono. Quindi, approfitta delle pulizie di primavera per fare ordine anche in garage.

  • Spolvera e riorganizza gli scaffali e gli attrezzi.
  • Elimina gli oggetti che non servono.
  • Lava l’auto sia all’interno che all’esterno: eccetto per i sedili in pelle, il vapore è un ottimo alleato anche per la pulizia dell’auto: armati quindi di un aspirapolvere portatile e di un potente pulitore a vapore.
  • Pulisci la serranda: terminata la pulizia all’interno dell’abitacolo, non riporre il tuo pulitore a vapore. Torna utile anche per la pulizia della serranda.

Pulizie di primavera: cosa pulire in balcone

PREPARAZIONE DI PORTICO E BALCONE

Infine, prepara il tuo balcone alle belle serate estive. Certo, è ancora presto per pensare alle letture, a un bel drink o a un bel gelato tra le… zanzare. Ma durante le pulizie primaverili è bene iniziare a porre le basi per l’organizzazione di questo ambiente di relax estivo.

  • Spolvera e vaporizza tutte le piante e le superfici di appoggio: certo, il vapore fa bene anche alle piante. Ricordati di regolare la temperatura del vapore al minimo: la giusta umidità garantisce loro una crescita rigogliosa e in buona salute. Inoltre il vapore elimina gli acari.
  • Elimina i vasi rotti e inutilizzati.
  • Vaporizza e igienizza gli accessori da esterno come sdraio, divanetti e poltrone.

Ora scarica il nostro programma per le pulizie di primavera oppure creane uno su misura per te e dividi il lavoro come preferisci.

Ricorda che per perfezionare il lavoro in ogni stanza dovrai anche ritagliarti del tempo per la pulizia del pavimento. Ma questo non è un problema se nella tua quotidianità ti affida a un lavapavimenti a vapore senza fili: anche la tua schiena ti ringrazierà!

 

Scarica la nostra checklist per le pulizie di primavera.

I servizi di Polti

  Loading...