Pulizie in casa a fine estate: dove può intervenire il vapore

Il vapore è un valido aiuto anche per le pulizie in casa di fine estate. Ecco come

Autore: Editore: Polti Italia Data di pubblicazione:
Pulizie in casa a fine estate: dove può intervenire il vapore

Le giornate si fanno più brevi e le brezze leggere lasciano spazio a venti più umidi e freschi: sono i primi segni della fine dell’estate, che porta con sé il ricordo delle vacanze e il pensiero di doversi dedicare a pulizie in casa più approfondite.

Prima di passare in modalità letargo con tanto di coperta calda, tisana fumante e serie tv, è necessario dedicarsi a preparare la casa ad accogliere l’autunno. Dimenticando detergenti e sostanze chimiche dannose per l’ambiente e per la nostra salute, la pulizia a vapore rappresenta la soluzione migliore per una casa sempre pulita e igienizzata.

Da dove iniziare? Per prima cosa è necessario assicurarsi che tutto ciò che non è stato utilizzato nei mesi caldi funzioni, così da organizzare la sistemazione per tempo in caso contrario. Un esempio sono le lampadine: non solo quelle interne, è necessario controllare il funzionamento anche di quelle esterne. E se bisogna sostituirle, scegliere quelle a basso impatto energetico. Un altro esempio? Il riscaldamento, ma anche camini, stufe e canne fumarie. Per chi ha la fortuna di avere un camino in casa, se non è stato fatto durante le pulizie di primavera, è importante procedere alla pulizia annuale della canna fumaria prima di metterlo in funzione, affidandosi sempre a uno specialista per evitare spiacevoli inconvenienti.

Se l’interno del camino è rivestito in mattoni che con il tempo si sono anneriti, sarà sufficiente applicare una pasta realizzata con cremor tartaro e poca acqua per circa 10 minuti. Risciacquare e... voilà, mattoni come nuovi!

La parte critica dei camini chiusi e delle stufe, invece, è il vetro frontale che con il calore si opacizza e si annerisce. Come farlo tornare splendente? Basta prendere un panno umido e intingetelo nella cenere, strofinare sul vetro e poi risciacquare.

Come già accennato, la pulizia a vapore in casa è una valida soluzione per eliminare l’utilizzo di prodotti chimici e detergenti, ma avere sempre una casa pulita e perfettamente igienizzata. Cosa pulire con il vapore in vista delle pulizie in casa di fine estate?

TERMOSIFONI

Il vapore è ideale per la pulizia dei termosifoni perché permette di raggiungere e spingere via lo sporco anche dalle intercapedini più difficili; inutile negarlo: con gli strumenti tradizionali non si riesce mai ad arrivare dove si vorrebbe oltre alla difficoltà nel risciacquo.

Un pulitore a vapore alla mano, accessorio giusto e il gioco è fatto. Sporco stanato e termosifoni pronti all’utilizzo.   

FORNO

Dopo la pausa forzata a causa dell’afa e del caldo estivo, in autunno si tornano a sfornare dolci e manicaretti che riscaldano e profumano piacevolmente la casa. Il vapore interviene anche nella pulizia del forno perché scioglie e stacca lo sporco incrostato usando solo acqua di rubinetto, senza lasciare il dubbio di non aver risciacquato adeguatamente. L’ideale è utilizzare un aspirapolvere a vapore in grado di aspirare, vaporizzare e asciugare.  Attenzione: per evitare spiacevoli inconvenienti è necessario staccare il forno dalla corrente elettrica prima di procedere alla pulizia.

TENDE

È il momento ideale per cambiare le tende, preferendo un tessuto più pesante che aiuterà anche a preservare il calore. Un consiglio utile dopo il lavaggio: appendere le tende mentre sono ancora umide in modo che il peso contribuisca ad eliminare naturalmente le pieghe.

Come sfruttare il vapore in questo caso? Per rinfrescare le tende durante i mesi freddi senza ricorrere al lavaggio. Utilizzando un pulitore a vapore con aspirazione, l’azione combinata di vapore e aspirazione elimina la polvere e rimuove i cattivi odori.

MATERASSI

Il vapore è fondamentale anche per la pulizia del materasso, operazione tanto importante quanto trascurata. Ad ogni cambio di stagione è bene girare il materasso sia per spostare la distribuzione del peso, sia per approfittare dell’eventuale lato autunno/inverno o primavera/estate. Ma questo non è sufficiente per evitare l’accumulo di cellule morte, polvere e sporco che causano l’insorgere di allergie. Vaporizzare il materasso è un’operazione che deve essere fatta periodicamente. Anche in questo caso, un pulitore a vapore con aspirazione è lo strumento giusto.

BAGNO E CUCINA

Anche per la pulizia di bagno e cucina il vapore è un ottimo alleato. Le pulizie di fine estate sono un’occasione per fare ordine nei cassetti o nelle dispense. Basterà svuotarle, pulirle e controllare che tutto il contenuto sia in buono stato e ancora utilizzabile: saranno da buttare oggetti e alimenti scaduti o anche creme e cosmetici aperti e non utilizzati da tempo. Dopo di che sarà necessario igienizzare ogni angolo di queste stanze, passando il vapore ovunque, anche tra le fughe delle piastrelle o sui fornelli.

TERRAZZI E BALCONI

Non è da sottovalutare la pulizia dell’esterno. Anche balconi e terrazzi vanno sistemati in vista del periodo autunnale: con la pulizia a vapore si possono pulire sedie a sdraio, ombrelloni, divanetti per l’esterno, tavolini, vasi e così via per conservarli al meglio in vista della prossima estate. Sarà utile anche per togliere quelle macchie ostinate sul pavimento e pulire le fughe e il barbecue.

Infine, prima dell’inizio delle piogge autunnali bisogna ricordarsi di controllare che grondaie e griglie di scolo siano libere dal fogliame per evitare ostruzioni e allagamenti.

 

 

I servizi di Polti

  Loading...