Come stirare i pantaloni senza fatica? La risposta è semplice: basta scegliere il ferro da stiro giusto! Anche quando il tempo scarseggia, che sia un appuntamento di lavoro o un momento di svago, la voglia di essere impeccabili e di indossare capi ben stirati non manca.

I ferri da stiro di ultima generazione offrono nuove tecnologie che consentono di dimezzare il tempo di stiratura. Dunque, anche stirare i pantaloni, che siano da uomo, da donna, di jeans o di velluto, può diventare una pratica semplice ed immediata.

Il primo consiglio per facilitare questa attività e ottenere un risultato perfetto è di stirare a vapore. Il vapore infatti facilita lo stiro e, oltre a rimuovere le pieghe più ostinate, rinfresca gli abiti e ravviva i tessuti.

Inoltre, è bene dotarsi di un asse da stiro, il cui utilizzo in questo caso può facilitare ulteriormente il processo di stiratura. Quest’ultimo aspetto non è da dare per scontato: molte persone hanno l’abitudine di stirare sul letto o su un tavolo, ma l’asse da stiro agevola nel dare la forma al capo interessato, maglietta, camicia o pantalone che sia.

Scopri di più su Polti Vaporella Top asse da stiro professionale per la stiratura a vapore.

Muniti di questi strumenti, capire come stirare i pantaloni seguendo pochi piccoli consigli è semplice e, con un po’ di pratica, diventa anche veloce.

Ecco i passaggi:

  1. Dopo averli scossi con forza, sistemare le tasche con le mani e infilare i pantaloni dalla vita nella parte più stretta dell’asse da stiro. Stirare quindi il cavallo del pantalone, ruotandolo per coprire tutta la superficie. Attenzione che il tessuto sia ben teso.
  2. Passare poi il ferro ai lati della cerniera, intorno ai bottoni, rifinendo anche l’ingresso della tasca e i passanti della cintura. Se fatta con un ferro da stiro con la punta di precisione, questa operazione sarà semplicissima.
  3. Stendere l’indumento sull’asse, avendo cura di allineare le gambe dei pantaloni in modo che le cuciture combacino. Ripiegare il lato superiore della gamba, andando a stirare quella sottostante. Procedere poi con l’altra gamba. Ripetere l’operazione sia per la parte frontale, sia per il retro.
  4. Alcuni pantaloni, eleganti o classici, hanno la piega sull’intera gamba. In questo caso, stendere una singola gamba sull’asse da stiro, creando la piega in modo da far combaciare perfettamente le cuciture che vanno dal cavallo all’orlo.
  5. Infine inserire il pantalone sulla gruccia, pronto per essere appeso nell’armadio.
Scopri Polti Vaporella Next 18.53: il ferro da stiro con caldaia moderno e compatto che unisce potenza, performance e precisione per prestazioni al top.

Un consiglio che vale per qualsiasi indumento: prima di procedere con la stiratura, è buona abitudine leggere l’etichetta dei vestiti che ne indica la composizione. Non tutti i tessuti possono essere stirati; il capo potrebbe essere costituito da diverse stoffe, che possono essere stirate con temperature differenti.Ma ormai anche questo pensiero è da dimenticare! Basta scegliere un ferro da stiro di ultima generazione con il, così chiamato, ferro intelligente: in questi casi è sufficiente scegliere il tessuto da stirare e la combinazione tra temperatura e potenza del vapore si imposta automaticamente sulla base del programma selezionato.Guarda il video per scoprire la facilità di stiro con Polti Vaporella!